Tra i turisti russi sale la voglia di trascorrere le vacanze estive in Italia! Nell’estate 2019 la metà dei tour operator russi segnalava un aumento delle vendite dei pacchetti turistici con destinazione Italia tra il 10 e il 15% rispetto al 2018. E nei primi tre mesi del 2019 si è registrato un aumento dei flussi del 21,9%. E’ quanto rileva l’Ufficio studi dell’Enit in un dossier sul mercato turistico russo, attraverso un monitoraggio della sede estera Enit, diffuso in occasione della visita di domani del presidente russo Vladimir Putin.

Negli ultimi anni è cresciuta la domanda per i prodotti di nicchia come le città d’arte minori, i borghi di Toscana, Lazio e Liguria, i grandi laghi, il termale, il wellness e benessere, i viaggio-studio per imparare la lingua italiana o il design.

In aumento del 5% sul 2018 la domanda per il turismo enogastronomico in Toscana e Piemonte con visita delle cantine, degustazioni dei prodotti tipici, scuole di cucina, show cooking e cooking class, che sono sempre più presenti nelle offerte e negli itinerari turistici per la clientela russa. E a conferma di questo trend sono la maggior parte dei pacchetti turistici venduti per la stagione autunnale 2019.