La Russia è florida di monumenti e paesaggi meravigliosi. Ben 28 siti russi sono stati aggiunti al Patrimonio UNESCO riconoscendone la grande importanza. Da Kaliningrad alla Chukotka ci sono migliaia di chilometri… Che cosa vale la pena vedere?

La Penisola di Neringa

La Penisola di Neringa è una splendida riserva naturale della regione di Kaliningrad, dove le foreste di conifere e latifoglie si combinano con deserti sabbiosi. Un fenomeno unico della penisola di Neringa è la “foresta di danza”: I tronchi di pino in questo luogo prendono un aspetto curvo quasi di fantasia.

Il centro storico di San Pietroburgo

In passato capitale dell’Impero Russo, San Pietroburgo colpisce per un’ architettura di rara bellezza e la magnifica decorazione dei palazzi reali. Di particolare bellezza, le sale del Palazzo d’Inverno, nell’Hermitage.

Kizhi Pogost

Nella Repubblica di Karelia, su una piccola isola dal nome Kizhi, in mezzo al lago Onega, c’è un complesso architettonico unico chiamato Kizhi Pogost. Include due chiese e un campanile, costruiti nei secoli XVIII-XIX.

Secondo la leggenda, la Chiesa della Trasfigurazione, alta 37 metri, è stata costruita utilizzando un unico asse, e senza l’utilizzo di chiodi. Alla fine dei lavori, il carpentiere gettò l’ascia nel lago, affinché nessuno potesse ripetere un magnifico edificio del genere. Kizhi Pogost è un capolavoro di architettura Russa in legno che è sopravvissuto fino ad oggi.

alt

Solovki

Sulle isole dell’arcipelago Solovetsky nella regione di Arkhangelsk, ci sono molti monumenti architettonici: tracce dell’uomo preistorico, labirinti di pietra, carriole, cimiteri. Tuttavia, Solovki è soprattutto famoso per il suo monastero, le cui pareti sono costituite da enormi massi.

Nel 1930 il monastero divenne il luogo di detenzione di esuli politici. Ora c’è un museo dedicato alla memoria dei repressi.

alt

Il Cremlino

Il Cremlino e la Piazza Rossa, il vero cuore di Mosca, non sono solo il simbolo della capitale ma dell’intera Russia. Il Cremlino di Mosca è stato fondato come fortezza militare nel 1147 da Yuri Dolgoruky. Per la costruzione è stata scelta la collina Borovitsky sulle rive del fiume Moskva. Successivamente, intorno alla fortezza si è sviluppata la città, e il Cremlino è divenuto la residenza degli zar russi, e ora del presidente. Il Cremlino di Mosca era inizialmente in pietra bianca e in legno. Le mura in mattoni rossi sono state costruite solo alla fine del XV secolo. Il loro spessore varia da 3,5-a 6,5 m. Nel territorio del Cremlino è situata la Piazza del Duomo, con bellissime chiese d’oro a cupola.

La foresta vergine di Komi

Le fitte foreste della Repubblica di Komi, che coprono una superficie di 32.600 km², sono praticamente intatte dall’uomo. Nella foresta scorrono fiumi, si incontrano laghi e paludi. La foresta di Komi è un rifugio per molti animali e uccelli, tra cui una serie di specie rare e in via di estinzione. Inoltre, la foresta é di interesse archeologico: è stato trovato qui uno dei siti più settentrionali del Paleolitico superiore.

Altaj montagnoso

Le pittoresche montagne di Altaj si trovano ai confini tra la Russia e gli Stati dell’Asia centrale: Mongolia, Cina e Kazakistan. La natura di Altaj affascina per la suggestiva bellezza e diversità: qui coesistono scogliere e altipiani pittoreschi, laghi dal blu intenso e fiumi rapidi, tundra e prati alpini e ghiacciai. È in questo sistema che si trova il punto più alto della Siberia e una delle montagne più grandi della Russia: il monte Belukha (4509 metri sul livello del mare). La vera perla dei Monti Altaj è il lago azzurro Teletskoye, lungo quasi 80 km.

Il paesaggio montano e l’acqua cristallina attraggono qui molti turisti. Un fatto interessante: sulle due sponde del lago esiste un clima diverso: La riva sud è più calda, con una temperatura media di 4-5 ° C, la riva nord è più piovosa. Ma è dalla riva nord che si può prendere la barca per raggiungere le attrazioni locali: la cascata Korbu e Kamenny Bay.

alt

Il Lago Baikal

Il lago più profondo e più pulito del pianeta, il Baikal, si trova nella Siberia orientale, non lontano dalla città di Irkutsk. La profondità massima del lago è di 1642 m, e la temperatura media dell’acqua superficiale è di +8 /+ 9 ° C.

In termini di grandezza, il lago Baikal si può paragonare a Paesi come il Belgio o i Paesi Bassi. Il lago contiene circa il 20% delle riserve di acqua dolce al mondo. È interessante che, a causa dell’antica età e del relativo isolamento, la flora e la fauna del lago Baikal sono endemiche: gli animali e le piante locali non si trovano altrove nel mondo.

alt

La Penisola della Kamchatka

L’Estremo Oriente Russo è una terra di vulcani, geyser, laghi turchesi e ghiacciai. L’incredibile bellezza naturale può essere apprezzata dall’alto, a bordo di un elicottero. L’escursione, ha un costo di circa 37 mila rubli. Solo in elicottero è possibile visitare la Valle dei geyser, e volare sopra la Valle della Morte, un luogo dallo scenario incredibile, dove a causa dell’alta concentrazione di gas nessun essere vivente sopravvive. In Kamchatka ci sono anche percorsi per gli escursionisti: si deve assolutamente andare alla spiaggia di Khalaktyrsky, dalla sabbia nera vulcanica, e scalare i vulcani attivi Mutnovsky e Gorelji.

alt